Tenute Rosselli presenta i suoi vini

(290 parole)

Un grande tavolo sociale, allestito al Kantuccio, un ristorante di Santa Flavia, sulla costa sud-orientale del palermitano, per presentare i vini di una cantina emergente, con base nella zona di Gibellina. Non poteva esserci idea migliore per confrontarsi su vini di Tenute Rosselli, assenti dalla grande distribuzione e poco noti ai commensali.

Ho avuto il piacere di sedere vicino al produttore, Gregorio Rosselli, imprenditore giovane e determinato, partito dall’olio extravergine di oliva, intenzionato ora a raccontare la Sicilia occidentale attraverso vini tutti suoi. L’idea è quella di partire dal catastrofico terremoto del ’68 per interpretare, attraverso la lingua siciliana e il movimento, il modo in cui territorio è cambiato ed è capace di esprimersi attraverso i suoi frutti. I primi risultati non si fanno attendere, se il mercato estero (in particolare la Francia) reagisce con grande entusiasmo, assorbendo buona parte delle bottiglie.

Tenute Rosselli ritaglio

Premesso che il territorio è culla, interprete e meta della produzione agricola, l’abbinamento con la nostra cucina tipica – tanto più popolare, quanto più finger food – è la prova più importante per valutare i vini della Sicilia. Mi sembra allora che i risultati più maturi li abbiamo già raggiunti con i bianchi. Se il Grillo, a dispetto di una lunghezza in bocca non rilevante, è ricchissimo nel bouquet e si fa notare per la spalla acida, gli altri bianchi godono di crescente persistenza e carattere molto marcato. Sottilissima l’Inzolia al naso, ma molto ben scolpita in bocca e soprattutto nella retrolfattiva; lo Chardonnay coniuga la freschezza dei profumi che sviluppa in acciaio con una bella sapidità iodata che gratifica il sorso. Infine, il Viognier stupisce per la qualità della “presa” fruttata sul palato e la sua lunghezza, che gli consentono di abbinarsi a piatti più strutturati di pesce in bianco.

Tenute Rosselli
Al Kantuccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...