Maeli, Moscato giallo 2015

(300 parole)

Il Veneto e il Moscato giallo: mi capita poco di frequentare la regione e il vitigno, anche se quest’etichetta in particolare l’avevo già provata anni fa. Ma siccome crescere è prerogativa sia delle persone, sia del vino, questo nuovo incontro con la vendemmia 2015 porta a una maggiore consapevolezza di quel che si può ottenere in termini di qualità.

Maeli Moscato GialloVino frizzante, leggerissimo, non molto “caldo” (12% vol.), prodotto a Baone (Padova), si caratterizza al calice per il bel colore dorato, non proprio limpido, eppure molto luminoso in superficie. Sul fondo della bottiglia è possibile apprezzare un cospicuo residuo solido, che non impedisce però di fruirne liberamente con gioia fino alla fine. Al naso, il floreale del Moscato giallo (in particolare, si fa vivo un mazzo assortito di petali carnosi, con i lilium in primo piano) si fonde con un bel fruttato giallo maturo, reso più voluttuoso dalla nota ossidativa, ma molto leggero, e i lieviti in primo piano. Dietro, un agrumato cangiante passa dal bergamotto alle scorze di arancia a sentori di pasticceria (penso in particolare a una torta mimosa, specie nel procedere verso il fondo) al pompelmo più secco in bocca.

Al sorso, infatti, non permane quella sensazione zuccherina che l’olfatto promette: c’è anche la frutta secca (mandorle e nocciole, specie nella retrolfattiva), ma l’asciutto predomina, insieme a una nota più morbida, passante e fresca che si insinua lentamente e però permane (stavo per dire “si acquatta”) con un ricchissimo corredo salmastro e aromatico, capace di affrontare piatti complessi. Ha sposato bene un sashimi di cernia al pepe rosa e ha retto un piatto di rana pescatrice lardellata; potrebbe accompagnare con eguale finezza un pesce al cartoccio (specialmente d’acqua dolce, tipo una trota) o un primo saporito con pesce spada, purché in bianco e ben bilanciato sul piano dell’acidità.

Maeli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...