St. Michael Eppan – Sanct Valentin, Pinot Grigio 2014

(250 parole)

St Michael Eppan - Sanct Valentin Pinot Grigio 2014Se hai un programma speciale per le prossime ore, metti questo Pinot grigio di St. Michael Eppan del 2014 in congelatore e riprendilo a 6°-8° C, non più caldo. Stappalo e goditene il suono mentre versi questo fascio di luce tra il paglierino e il dorato che si adagia sul fondo del calice con vellutata e voluttuosa compiacenza.

Portalo al naso e dimmi se non ti basta già così. Un ingresso deciso di mandorle pelate – o, ancor meglio: pasticceria secca alle mandorle –  e una frana di roccia calcarea e terriccio montano insieme a prati di fiori bianchi saranno le porte di un incanto. Sullo sfondo, frutta esotica – come riflessa in un prima ingannevole – che ha sferzate rock di spezie tra il dolce e lo scuro e qualche rimando di erbe aromatiche.

Questa complessità olfattiva si traduce nel sorso masticabile di uno straordinario vino bianco, un bacio che rievochi in bocca con matura eccitazione. L’ingresso è fresco, secchissimo e agrumato di polpa appena amara di pompelmo, ma una dosata sapidità prende il suo spazio. L’aspetto più sorprendente è la coerenza: c’è un’identità precisa che si va “dilatando”, con leggerezza gassosa, nel tuo immaginario, ma con il suo carattere.

Di corpo pieno, perfettamente equilibrato da un alcol che non sbuffa mai troppo, nonostante i suoi 14° vol. non siano “trasparenti”, e morbidissimo, lo vedo bene su un’orata arrosto o su una cucina orientale di carne bianca con funghi o frutta, magari un po’ piccante. Non proprio come la sera che ti aspetta: ma un’eccellente premessa.

St. Michael Eppan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...