Rosa dei Masi 2016 – Rosato delle Venezie

(268 parole)

Non è che si beva il Refosco tutti i giorni. In vinificazioni speciali, poi, è prerogativa più o meno esclusiva degli abitanti dell’estremo nord-est italiano. Quindi, con aria circospetta e fare furtivo, in versione Pantera Rosé, io e una bottiglia di Rose dei Masi 2016 siamo usciti dal locale, nascosti dietro un discreto scontrino di un metro e mezzo. E chi ci sgama?

Rosa dei Masi 2016 - Rosato delle VenezieArrivato a casa, faccio i conti con il tappo a vite, che non mi aspettavo, ma certo non mi turba, specie in un vino di pronta beva. E, siccome il sito non dice un granché su come debba essere gustato questo vino, faccio un po’ da me e me lo servo a 12°C, che vanno benissimo (oltre non andrei).

Il colore è sintetizzato benissimo nel sito della prestigiosissima casa in Valpolicella: tra il salmone e il cerasuolo, ma aggiungerei gli attributi di brillante e consistente per la limpidezza e la resistenza. All’olfatto, il Rose dei Masi rispecchia la tipologia con precisione quasi millimetrica: la mineralità spazia dal vulcanico alla pietra bagnata e alla brezza marina, per tradursi in bocca in una sapidità interminabile, ma morbida, piacevolissima.

I petali di rosa secchi e freschi si effondono in un bouquet fresco e piacevolissimo con erbe aromatiche quasi masticabili che sfociano in una soffice speziatura, banana, un cenno vinoso di piccole bacche rosse e frutta a guscio, che si confermano al sorso. Il Rose dei Masi asciuga quel tanto che basta a essere compensato da una freschezza pazzesca. Con un primo piatto di pesce misto è incantevole (sarà il colore, mi piacerebbe provarlo con una pasta alle triglie scolpita nella mia memoria), ma anche con un formaggio a pasta filata e con un piatto di pasta e legumi (dai piselli ai fagioli).

Ora rimane solo da capire dove devo nascondere la cassa che ho ordinato per le belle serate di primavera.

Masi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...