Silvano Samaroli, Whisky eretico

(475 parole)

Asimmetria, armonia e ritmo sono i requisiti che ci procurano l’emozione.

Silvano Samaroli - Whisky ereticoPer gli appassionati di malto siamo di fronte a un monumento: Silvano Samaroli (19392017), morto lo scorso febbraio, è stato l’uomo che più di ogni altro ha contribuito alla diffusione del single malt in Italia e ha creato un brand come distributore e imbottigliatore indipendente (IB), che è, anche e soprattutto, un modo di concepire il dram quotidiano o delle grandi occasioni. Bolognese nato in Libia (a Bengasi), ha lasciato questo suo scarno testamento, Whisky eretico, pubblicato nel 2016 in un rapido libriccino dall’editrice Giunti
(nella collana PiattoForte).

Diviso in 17 brevi o brevissimi capitoletti, Whisky eretico evidenzia l’afflato spirituale nel rapporto tra l’autore e il distillato di malto. Da un lato l’esperienza biografica sempre presente, ed è l’esperienza della vocazione a imparare; dall’altra un racconto sommario di come il Whisky nasce, muore e si sviluppa, sia come bevanda alcolica, sia come espressione di una cultura: quello che il libro di Samaroli racconta o tace dipende in buona sostanza dalla predisposizione del lettore. Certo, Whisky eretico non è un “primo libro” per i curiosi che comincino a interessarsi al mondo dei malti o a una dimensione spirituale dell’esistenza: troppo asistematico in entrambi i casi e troppo peculiare il profilo di quest’anima.

Per chi invece fosse già “iniziato” al mondo del distillato e a quello dell’introspezione, e fosse al contempo disponibile a contribuire con la propria cultura, Whisky eretico risulta coinvolgente e utile: il testamento di Samaroli illumina alcuni passaggi nella produzione e nella fruizione del distillato attraverso una sbrigliata, sintetica (e spesso cursoria), riflessione che spazia liberamente attraverso ogni approccio possibile. Il lettore coglierà diversi esempi di ciò, tra le altre pagine, in quelle dove si parla della memoria della materia, del confluire dei quattro-elementi nel Whisky e perfino (contrariamente a quanto alcuni potrebbero attendersi) dell’importanza del blend rispetto alla snobberia sul single malt.

Al lettore meno in sintonia con il discorso di Samaroli potrà sembrare anzi che il libro sconfini talvolta su posizioni animistiche: è vero che su questa libertà di sguardo, su questo sincretismo filosofico-spirituale si basa l’eresia a cui allude il titolo, ma è vero che la scienza accompagna (anche con grafici e tabelle) il racconto del suo autore. A me Whisky eretico – che pure si rivela qua e là dogmatico – sembra un’opera genuina, un buon testamento del Samaroli-pensiero, che diventa filosofia non in nome di una (forse irricevibile) patente accademica, bensì in virtù dell’esperienza che riporta a chi ha seguito il suo lavoro e compreso le sue scelte (talvolta condividendole, talaltra no).

Whisky eretico (che spero godrà di una revisione editoriale nelle prossime edizioni) è un libro non difficile, ma esigente. In cambio, anche al lettore meno “samaroliano”, ma curioso ed eclettico, sono offerti interessantissimi spunti per riflettere e addentrarsi ancor più nel mondo dei grandi distillati e del Whisky in particolare.

Samaroli
PiattoForte (Giunti)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...